Libro Muovete il culo

Libro Muovete il culo – Indagine chiara delle condizioni esistenti e cosa dovrebbe essere fatto per curare, in ogni caso separatamente. Scaricare libro Muovete il culo! Lettera ai giovani perché facciano la rivoluzione in un Paese di vecchi di Alberto Forchielli in PDF, Epub file formato gratis online, Io prescrivo di leggerlo a tutti i giovani che hanno maturato tra i 15 ei 50 anni. Sono in 54, tuttavia cercherò di fare tesoro di ciò che ho letto. Forchielli è un chiaro e libero esaminatore della nostra nazione e questo di per sé lo rende progressivo. Scaricare libro Muovete il culo! Lettera ai giovani perché facciano la rivoluzione in un Paese di vecchi di Alberto Forchielli in PDF, Epub file formato gratis online.

Libro Muovete il culo

Dettagli prodotto
Copertina flessibile: 185 pagine
Editore: Baldini + Castoldi (9 aprile 2018)
Collana: Le boe
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8893880784
ISBN-13: 978-8893880787
Peso di spedizione: 240 g
Alberto Forchielli è un economista sui generis, anticonformista e schietto. Uno che gestisce un importante fondo di private equity, profondo conoscitore del mercato cinese, uno che viene ascoltato al Congresso degli Stati Uniti come alla Silicon Valley. Uomo globalizzato dal 1980, vive girando il mondo ma è rimasto legato alla sua Italia, della quale impietosamente denuncia i difetti e il provincialismo.
In questo pamphlet agile e corrosivo vuole scuotere la generazione dei trentenni, rassegnati e letargici, aiutandoli a scegliere fra andare all’estero o restare, e in tal caso combattere per cambiare un Paese che non fa nulla per regalare un futuro ai suoi figli.
La sua analisi non fa sconti a nessuno. Alla generazione dei nostri nonni che hanno ricostruito il Paese dopo la guerra con enormi sacrifici, ha fatto seguito la generazione dei nostri padri (i coetanei di Forchielli) che hanno dilapidato i risultati del boom economico, hanno vissuto di rendita per lasciare ai trentenni oggi un’apatia da pancia piena e un generale vittimismo. La soluzione è semplice. Darsi una mossa, recuperare la grinta dei nonni, avere la stessa «fame» dei coetanei asiatici, studiare tanto quelle materie tecniche e scientifiche che sono alla base del mondo tecnologico di domani, e soprattutto smettere di piangersi addosso e avere le idee chiare. È difficile, ma per farlo bisogna guardare l’Italia da fuori… e avere voglia di fare la rivoluzione, se si ama davvero questo nostro Paese.

«Voglio fare un’esortazione ai giovani: voglia di studiare, voglia di lavorare (anche usando le mani, anche sporcandole) e poche pugnette in testa vi porteranno lontano, nonostante i populisti che avrete sempre intorno alle balle. E, soprattutto, per tutti, smettete di lagnarvi e guardate al futuro, che sarà migliore anche grazie al vostro contributo. Perciò viva l’Italia.»

Alberto Forchielli (Bologna 1955) è sposato e ha due figli. È fondatore e presidente del fondo di private equity Mandarin Capital Partners. Prima ancora è stato consulente di multinazionali, imprese statali, governi e della Banca Mondiale. E in qualità di esperto di questioni asiatiche periodicamente viene ascoltato dal Congresso degli Stati Uniti d’America. Ha pubblicato Trova lavoro subito! (Sperling & Kupfer 2015) e con Baldini & Castoldi Il potere è noioso (2016).

Scaricare libro Muovete il culo! Lettera ai giovani perché facciano la rivoluzione in un Paese di vecchi di Alberto Forchielli in PDF, Epub file formato gratis online,, Un’autenticità che dislodge e diventa ansiosa (un’altra inclinazione per gli individui che prendono il Dr. Forchielli dalla vita basata sul web, dove per la maggior parte del tempo distribuisce le sue riflessioni). Nondimeno, accanto allo sdegno di vedere una nazione che sta andando a pezzi, c’è un filo conduttore (adorante) di aspettativa, di un pungolo che non rilascia (si) a galla. Tutto sommato, il titolo è completo in sé. Un libro ragionevole e diretto da scaricare gratuitamente in formato PDF, Epub, Mobi, come è per sempre il suo scrittore. Per dirla chiaramente, per leggere e diffondere la lettura! Leggi anche: I sette peccati capitali dell’economia italiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *